Vitruvius in Quarantine - 2015
  • 001_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 002_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 003_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 004_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 005_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 006_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 007_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 008_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
  • 009_Ducale Marmi_Fior di Pesco_Vitruvius in Quarantine.jpg
Materiali

Fior di Pesco Carnico

Progettista

Architetto Bernard Khoury

Descrizione

Vitruvius in Quarantine, opera, ideata dall’Architetto libanese Bernard Khoury e realizzata dal team di tecnici ed ingegneri del Gruppo Margraf, è costituita da una sofisticata successione di anelli circolari in marmo che plasmano un lungo tunnel di dieci metri. Ad una estremità si colloca la statua di un uomo comune, riproduzione reinterpretata dell’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci, che cerca disperatamente di adattarsi alle proporzioni ideali del corpo umano, diventando un simbolismo idiomatico dell’uso della pietra naturale nell’arte. La circonferenza del tunnel è un’estrusione del Vitruviano, realizzato in scala. Entrando nel tunnel di marmo, il visitatore deve cercare un proprio equilibrio e stabilità nello spazio; spontaneamente e goffamente, imitando la posizione dell’Uomo Vitruviano, mette in atto una fase di transizione tra la solidità e perfezione morfologica della figura classica, scolpita nella pietra e la natura volatile dell’immagine digitale moderna, che celebra lo spettacolo del banale cerchio che “confina” l’Uomo

 

+ Allegati
Torna Indietro